Autumn beautiful clouds trees nature

Sentite anche voi il canto dell’Autunno, Fratelli?

Ascoltate, percepite il suo suono nella fresca umidità della notte; nel canto dei grilli attraverso l’aria che profuma di terra ed erba bagnata.

Riempitevi gli occhi della sua sinfonia di colori pieni, dal giallo carico della pannocchia matura portata in dono dall’ultimo Grande Raccolto al verde profondo dei boschi, dal rosso magenta delle prime foglie che cadono al marrone del terriccio baciato dagli ultimi raggi del tramonto.

Respirate a pieni polmoni l’aria tersa e fresca, trovate nelle vostre narici l’odore affumicato delle sterpaglie che bruciano nel campo. Osservate le fiamme prendersi i resti del raccolto come lingue rossastre e avide. Ammirate le increspature che il fuoco genera nell’aria e seguite il fumo che si innalza dai roghi.

Ascoltate la ninna nanna dei ruscelli del bosco e sincronizzate alla loro melodia il vostro respiro lasciandovi ipnotizzare dai giochi d’acqua della cascatella della fonte.

Osservate la foglia nel vento, leggiadra ballerina che danza alla luce del tramonto lieve come un fugace pensiero.

Chinatevi, inginocchiatevi nel campo in mezzo alle viti e nell’odore asprigno dell’uva che matura ritrovate i ricordi di un’infanzia contadina.

Sporcatevi le mani, le ginocchia e il viso. Baciate la Terra, fatevi benedire dal Mondo. Cercate il suo sospiro profumato e annusatelo con gratitudine, riempiendovi il corpo dell’idea di essere parte di un Tutto che anche in questo frenetico secolo ventunesimo resta ancestralmente legato al ritmo della Natura.

Bevete l’odore umido dell’autunno che verrà, respirate a tempo con la Terra.

Advertisements